Seguici sui social

Politica

Università Cattolica, 2mln di euro per borse di studio a 700 studenti

Pubblicato

-

Un intervento straordinario di circa due milioni di euro complessivi consentirà a quasi 700 studenti dell’Università Cattolica di ottenere una borsa di studio in denaro oltre all’esenzione dalle tasse universitarie. L’ateneo rimane così fedele alla propria politica, avviata nel 2012, di garantire con proprie risorse il diritto allo studio anche a quegli studenti che, pur risultando idonei alle borse di studio, non potrebbero beneficiarne a causa della inadeguatezza dei finanziamenti pubblici. A oggi la Cattolica ha investito più di 15 milioni di proprie risorse economico-finanziarie per agevolare gli studenti che non avrebbero potuto accedere ai fondi per il diritto allo studio. Per l’anno in corso i fondi pubblici stanziati per gli studenti idonei alla borsa di studio dell’Università Cattolica sono pari solo a 9 milioni di euro contro i circa 11 milioni necessari, e coprono il fabbisogno solo per circa 2.500 studenti dei 3.164 idonei. Di qui il provvedimento che, attraverso lo stanziamento straordinario, garantisce, a spese dell’ateneo, un diritto fondamentale. “La nostra comunità educativa – ha affermato il rettore Franco Anelli – è fondata sui valori della centralità della persona: non vogliamo rinunciare ad avere con noi tutti gli studenti che desiderano farne parte e non possiamo consentire che l’insufficienza dei fondi pubblici limiti i giovani meritevoli nella scelta del percorso universitario”. La manovra straordinaria a favore degli idonei non beneficiari si aggiunge a un più ampio ventaglio di azioni di sostegno economico messe in campo dall’ateneo dei cattolici italiani, in uno sforzo coordinato con Istituto Toniolo e Fondazione Educatt. Queste misure dell’Università Cattolica vanno ad aggiungersi ad ulteriori strumenti che EduCatt mette ormai tradizionalmente a disposizione degli studenti bisognosi dell’ateneo. Tra questi il fondo di Sovvenzioni Straordinarie che offre strumenti e servizi per il conseguimento del successo formativo a studenti che vivono situazioni di fragilità economica, la Formula studentwork, un vero e proprio contratto di lavoro a tempo determinato, pensato per conciliare proficuamente studio ed esperienze lavorative all’interno della propria Università e che coinvolge circa 50 studenti all’anno, e il Progetto Casa Fogliani, che reinveste le marginalità generate dalla distribuzione di prodotti e servizi del brand omonimo in aiuti economici agli studenti in estrema difficoltà: occasioni, queste, per esplorare nuove fonti di sostegno agli studenti e cercare di tracciare un nuovo scenario sostenibile per il diritto allo studio. (ITALPRESS).

 

photo credits: www.agenziafotogramma.it

Politica

Salvini “Mi candido a Milano, non ho contatti con i russi”

Pubblicato

-

MILANO (ITALPRESS) – “Io sarò orgogliosamente candidato nella mia Milano. Dono il sangue, vado in ufficio e oggi chiudiamo le liste”. Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, entrando alla sede dell’Avis nel capoluogo lombardo. “Non vado in Russia da anni e non ho contatti con politici russi. Mi occupo di Italia”, ha aggiunto.
(ITALPRESS).
-foto agenziafotogramma.it –

Leggi tutto

Politica

Il M5s pubblica le liste dei candidati, Conte capolista in 4 regioni

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – Il Movimento 5 Stelle ha pubblicato online le liste di candidati nei collegi plurinominali della Camera e del Senato per le elezioni del 25 settembre. Il leader del M5S, Giuseppe Conte, si candida a Montecitorio come capolista in quattro regioni e cinque collegi: Lombardia 1 (in 2 collegi), Campania 1 (primo collegio), Puglia 1 e Sicilia 1 (primo collegio).
(ITALPRESS).
-foto agenziafotogramma.it-

Leggi tutto

Politica

Di Maio “Mosca ci ricatta e la destra tace. Rischio per la sicurezza nazionale”

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – “Quella destra che oggi tace sulle parole di Medvedev mette a rischio la sicurezza nazionale”. Lo afferma il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in una intervista a La Stampa. Quello dell’ex presidente russo “non è solo un messaggio, ma un ricatto inaccettabile. Ricordiamoci che questi signori minacciano l’Europa di interrompere completamente le forniture di gas. Siamo fuori da qualsiasi regola della democrazia. E sa cos’è spaventoso? Il silenzio di molti leader politici italiani. I responsabili della caduta del governo Draghi non sono ancora intervenuti per respingere una tale ingerenza”, ha detto Di Maio. “Io non ho certezze – ha aggiunto – ma credo sia necessario indagare i rapporti tra i leader dei partiti italiani e alcuni mondi politici e finanziari russi”.
(ITALPRESS).
-foto agenziafotogramma.it-

Leggi tutto
Advertisement


Agenzia Creativamente Itinerari News Pronto Meteo
Casa e consumi by Altroconsumo

Primo piano