Seguici sui social

Cronaca

Elezioni, Calenda “Con Pd patto credibile. Non aggiungerne altri”

Pubblicato

-

Cronaca

Ricostruzione post-sisma in centro Italia, avanzamenti significativi

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – La ricostruzione nel Centro Italia dopo i terremoti del 2016 entra nel vivo e negli ultimi due anni, nonostante la pandemia di Covid-19 e i successivi rincari del costo delle materie prime dovuti alla guerra Russia-Ucraina, sono stati fatti registrare avanzamenti significativi, come testimonia il rapporto annuale fornito dalla struttura del Commissario Straordinario Ricostruzione Sisma, Giovanni Legnini. Diecimila cantieri dell’edilizia privata, un’accelerazione diffusa degli interventi pubblici: 365 opere già terminate ed altre 316 sono attualmente in fase di cantiere, numeri importanti che testimoniano come tanto ci sia ancora da fare, ma molto sia stato già fatto. “La ricostruzione è un esercizio polifonico, uno spartito che è fatto da leggi e ordinanze, ma poi ciascuno ha un ruolo preciso, regioni, comuni, gli uffici sisma, i professionisti privati, le imprese – ha esordito il Commissario Straordinario Giovanni Legnini – Si ricostruisce animando un senso di comunità e una partecipazione responsabile di tutti, per cui quando si racconta delle cose che vanno e di quelle che non vanno, che ci sono purtroppo, bisogna tener conto che le responsabilità sono distribuite”.
Legnini ha poi menzionato alcuni dati contenuti nel rapporto, a cominciare dai “14.300 decreti, il che vuol dire autorizzazione, finanziamento e apertura cantieri. 7.600 sono già conclusi, abbiamo riconsegnato circa 16.500 unità immobiliari in questi sei anni ai cittadini colpiti. Le domande presentate sono 22.600 su 50.000 previste, pari al 45% il che è un risultato importante, la metà dei progetti che servivano saranno stati presentati ed è un risultato significativo – ha aggiunto Legnini – Il ritmo delle erogazioni è molto sostenuto, la media è di 100 milioni di euro al mese da parte di cassa depositi. Naturalmente il pensiero va ai 27.000 progetti che devono ancora essere redatti, l’auspicio è che il numero di professionisti e imprese impegnati in questo complesso processo di ricostruzione aumenti”.
(ITALPRESS).
-foto agenziafotogramma.it-

Leggi tutto

Cronaca

Covid, nelle ultime 24 ore 24.691 nuovi casi e 124 decessi

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – Secondo i dati del bollettino del ministero della Salute, nelle ultime 24 ore sono 24.691 i nuovi casi da Covid-19 registrati in Italia, rispetto 27.296 fatti segnare ieri. I decessi sono stati 124 contro i 147 di ieri. I tamponi effettuati sono stati 158.905, che fanno segnare un tasso di positività del 15,5%. Per quanto riguarda invece i ricoveri, sono invece 260 i pazienti in terapia intensiva (-8), mentre gli ingressi giornalieri sono 26. I ricoverati nei reparti ordinari sono invece 6.782, 243 in meno di ieri. Il totale dei casi Covid-19 da inizio pandemia è di 21.606.606 con 174.571 decessi.
Per quanto riguarda le regioni, è il Veneto a fare segnare il numero maggiore di casi (3.008), seguito da Lombardia (2.762) e Campania (2.193).
(ITALPRESS).
-foto agenziafotogramma.it-

Leggi tutto

Cronaca

Zarco in testa nelle libere in Austria, Ducati super

Pubblicato

-

SPIELBERG (AUSTRIA) (ITALPRESS) – E’ un trionfo Ducati nelle prime prove libere del venerdì della MotoGP in Austria. Sul circuito austriaco la casa italiana piazza sette piloti ai primi otto posti dominando letteralmente la pista di Spielberg. Il francese Johann Zarco fa segnare il miglior tempo nelle FP2 precedendo di 24 millesimi l’australiano Jack Miller e di 29 millesimi Jorge Martin. Al quarto posto il francese Fabio Quartararo (+0.040) della Yamaha, iridato in carica e in testa alla classifica, unico rimasto a contrastare le Ducati. Quinto posto per Pecco Bagnaia, che, dopo il 16° posto della mattina, si è riscattato finendo a 160 millesimi da Zarco. Sesto un bravissimo Luca Marini, sempre su Ducati, così come Marco Bezzecchi (settimo a +0.229). Ottavo, a pari punti, Enea Bastianini (+0.229), nono Vinales (+0.276), decimo Binder (+0.291). Tempi totalmente diversi dalla mattina, visto che la pista si è asciugata e una leggera pioggerellina, durata una decina di minuti, non ha modificato l’asfalto, che ha tenuto benissimo. I piloti hanno montato gomme morbide riuscendo tranquillamente a migliorare i tempi delle FP1. Domani le qualifiche, domenica la gara.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

Leggi tutto
Advertisement


Agenzia Creativamente Itinerari News Pronto Meteo
Casa e consumi by Altroconsumo

Primo piano