Seguici sui social

Cronaca

Pietro Labriola nuovo direttore generale di Tim, deleghe a Rossi

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – Pietro Labriola è il nuovo direttore generale di Tim. E’ quanto si legge in una nota diffusa al termine della riunione del Cda che, riunitosi sotto la presidenza di Salvatore Rossi, si legge in una nota, ha preso atto della remissione delle deleghe da parte di Luigi Gubitosi e, avendola accettata, ha deliberato di revocare Luigi Gubitosi dalle cariche di CEO e Direttore Generale della Società e dai relativi poteri, procedendo, quindi, ad un riassetto della governance e alla riallocazione delle deleghe. Luigi Gubitosi rimane consigliere di amministrazione. Gubitosi detiene 3.957.152 azioni TIM.
Il Presidente Salvatore Rossi, a nome dell’intero Consiglio di Amministrazione, esprime il suo ringraziamento più sentito per il lavoro svolto a Gubitosi, sottolinea la nota.
Su proposta del Comitato Nomine e Remunerazione, in applicazione del Piano di successione della Società, il Consiglio ha deliberato di nominare come Direttore Generale, Pietro Labriola, che manterrà la carica di CEO della controllata TIM S.A., determinandone attribuzioni, facoltà e poteri, in modo da garantire assoluta continuità e stabilità nella gestione aziendale. Le deliberazioni sono soggette alle comunicazioni e determinazioni di tutte le Autorità ed altri soggetti coinvolti, evidenzia la nota.
Al contempo al Presidente Salvatore Rossi sono state attribuite responsabilità e deleghe relative a Partnership & Alliances, Institutional Communications, Sustainability Projects & Sponsorship, Public Affairs, nonchè la responsabilità di gestione degli assets e delle attività di TIM di rilevanza strategica per il sistema di difesa e di sicurezza nazionale.
“Il nuovo assetto di vertice della società – si legge nella nota – garantisce da subito, nell’interesse di tutti gli stakeholder, la piena operatività del Gruppo. Assicura, inoltre, in una fase così articolata una guida coesa, salda e determinata nella piena valorizzazione delle capacità operative della società e del posizionamento sul mercato, nel rispetto del ruolo di tutti gli azionisti e degli altri stakeholder coinvolti. La soluzione di governance individuata costituisce un passo essenziale del processo di CEO Succession Planning, sul quale continua l’impegno del Consiglio nel suo insieme e, in particolare, del Comitato per le Nomine e la Remunerazione, assistito dall’advisor Spencer Stuart. Impegno teso a definire una leadership esecutiva di medio termine della società stabile e duratura, che tenga conto dell’evoluzione dell’assetto societario complessivo di TIM e del relativo perimetro di attività”.
Pietro Labriola, si legge sempre nella nota, “vanta un’esperienza professionale tutta spesa all’interno del settore delle telecomunicazioni. Negli ultimi 20 anni ha operato all’interno del Gruppo TIM in ruoli diversificati di crescente responsabilità fino ad assumere la guida complessiva delle attività del Gruppo in Brasile. L’assoluta internazionalità e la riconoscibilità come uno dei maggiori esperti delle tematiche relative al mondo delle telecomunicazioni e all’innovazione caratterizzano il suo profilo”. Pietro Labriola non risulta in possesso di azioni TIM.
Il Presidente Rossi, ha dichiarato: “Esprimo a titolo personale e del Consiglio tutto, grande soddisfazione per la nomina di Pietro Labriola a nuovo Direttore Generale di TIM. Questa nomina mostra ancora una volta il valore del management della società e la capacità di valorizzare competenze, merito ed innovazione”.
Dal canto suo Pietro Labriola ha espresso un sentito ringraziamento al Consiglio di Amministrazione per la fiducia dimostrata e ha assicurato il massimo impegno nell’accompagnare TIM nel suo percorso di sviluppo.
Per agevolare i processi interni in una fase di intenso lavoro, prosegue la nota, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di dotarsi di un Lead Independent Director, con le attribuzioni previste dal Codice di corporate governance di Borsa Italiana, chiamando ad assumere la carica la Consigliera Paola Sapienza.
Il Consiglio di Amministrazione, infine, in relazione alla manifestazione di interesse indicativa e non vincolante inviata da Kohlberg Kravis Roberts & Co. L.P. (“KKR”), in data 19 novembre (la “Manifestazione d’Interesse”), riservandosi di valutare ogni opzione strategica nell’interesse della società e degli stakeholder ha istituito, su proposta del Comitato per il Controllo e Rischi un Comitato ad hoc costituito dal Presidente del Consiglio di Amministrazione e da quattro Amministratori Indipendenti: il Lead Independent Director e gli Amministratori Paolo Boccardelli, Marella Moretti e Ilaria Romagnoli.
Il comitato avvierà tempestivamente e svolgerà, con il supporto degli advisor che all’uopo provvederà ad incaricare, tutte le attività istruttorie propedeutiche all’analisi del contenuto della Manifestazione non vincolante. Le attività e istruttorie del comitato saranno condotte secondo le migliori prassi al fine di consentire al Consiglio di valutare compiutamente la portata, il contenuto, le condizioni e le conseguenze della Manifestazione non vincolante, nonchè maturare e assumere, in maniera adeguatamente informata, le determinazioni in relazione alla stessa per quanto di propria competenza.
(ITALPRESS).

Cronaca

Ordini Tsrm e Pstrp Lombardia, presidente Mantova in Camera di Commercio

Pubblicato

-

MILANO (ITALPRESS) – Un traguardo senza precedenti per le Professioni Sanitarie della Lombardia: a seguito delle elezioni del Consiglio della Camera di Commercio di Cremona, Mantova e Pavia, che si sono svolte l’11 e il 12 luglio 2024, Alberto Righi, Presidente dell’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione di Mantova, è stato eletto Consigliere. Il risultato appare un unicum nel panorama nazionale: è la prima volta in Italia, infatti, che un rappresentante delle Professioni Sanitarie viene eletto come Consigliere di una Camera di Commercio. L’ente, che ha lo scopo di amministrare e supportare la comunità locale e lo sviluppo del sistema economico, oltre che di gestire il registro delle imprese, compie un importante passo avanti nel riconoscere il valore della sanità e dei suoi rappresentanti istituzionali per la crescita del territorio. “Sono particolarmente orgoglioso che sia stato proprio un Presidente della nostra Regione a tagliare per primo un simile traguardo, segno che il lavoro in sinergia degli Ordini TSRM e PSTRP della Lombardia sta dando i suoi frutti” dichiara Luigi Peroni, Coordinatore regionale degli Ordini TSRM e PSTRP. “Quanto oggi celebriamo, infatti, è il risultato, oltre che della competenza del Presidente Righi, della nostra assidua presenza in tutte le sedi istituzionali, dove da anni poniamo in rilievo il contributo dei Professionisti Sanitari e il loro ruolo cardine per la comunità. Bene che i nostri rappresentanti trovino il giusto riconoscimento e la facoltà di operare per il bene della popolazione: dimostreremo, ancora una volta, che la nostra prospettiva ed esperienza è un valore aggiunto per il tessuto sociale ed economico del Paese”.
“Sono onorato del riconoscimento ricevuto, che attribuisco a mia volta a un lavoro di squadra” commenta Alberto Righi. “Grazie alla coesione fra gli Ordini TSRM e PSTRP della Lombardia, siamo riusciti a trasmettere l’idea che i Professionisti Sanitari possono offrire uno sguardo concreto e mirato per lo sviluppo della comunità. La salute è la condizione necessaria per la crescita del territorio e sarà proprio l’attenzione al benessere collettivo a guidare il mio operato nel ruolo di Consigliere, in linea con i valori che ispirano le Professioni Sanitarie”.
Anche Diego Catania, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza e Sondrio, commenta la nomina del Presidente Righi: “Sono molto soddisfatto per il risultato raggiunto. In Lombardia abbiamo gettato le basi di un nuovo modo di pensare alla politica professionale: tutti a disposizione di tutti, facendo squadra e spingendo avanti i migliori e coloro che hanno maggior tempo da dedicare. Creare un clima di collaborazione tra gli Ordini è possibile e lo dimostrano i risultati che stiamo ottenendo”. Ora non resta che attendere il Decreto di assegnazione da parte del Presidente della Giunta regionale perchè si apra, per la Camera di Commercio di Cremona, Mantova e Pavia e per le Professioni Sanitarie, una nuova stagione di confronto e di impegno sul territorio. (ITALPRESS).

Foto: Ufficio stampa Ordine TSRM e PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza e Sondrio

Leggi tutto

Cronaca

Pavia, Guardia di Finanza scopre una stamperia di marchi contraffatti

Pubblicato

-

PAVIA (ITALPRESS) – Vendevano capi d’abbigliament contraffatti che fabbricavano in una stamperia clandestina. Due imprenditori pavesi sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza, che ha anche sequestrato 45mila semilavorati tra articoli di abbigliamento e materiale di confezionamento recanti marchi contraffatti di noti brand musicali pronti alla vendita. Le indagini erano partite dopo che era stato riscontrato un inusuale volume di capi d’abbigliamento commercializzati sul territorio con marchi contraffatti che hanno fatto ipotizzare la presenza di un’attività di stamperia di marchi protetti da diritto d’autore. La successiva fase di controllo del territorio ha permesso di individuare un’attività commerciale di vendita al dettaglio di prodotti contraffatti con un’area adibita alla stampa dei marchi e alla produzione. (ITALPRESS).

Foto: Guardia di Finanza Pavia

Leggi tutto

Cronaca

Milano, non solo concerto. A San Siro spunta un murale di Taylor Swift

Pubblicato

-

MILANO (ITALPRESS) – “ThanK you aIMee” Taylor Swift come Kim Kardashian. L’artista pop AleXsandro Palombo famoso per le sue opere ironiche e irriverenti ha realizzato il murale di Taylor Swift che dissa Kim Kardashian, la cantante è arrivata in Italia a Milano con il suo attesissimo “The Eras Tour” che ha preso il via lo scorso 9 maggio a Parigi. Davanti allo stadio San Siro dove la pop star si esibirà per due sere è apparso il murales di aleXsandro Palombo che ha immortalizzato Taylor Swift nell’iconica posa in cui Kim Kardashian mostrava il suo lato b sulla cover di Paper magazine nel 2014, un’opera che celebra la nuova regina del pop ironizzando sul dissing del nuovo brano che Taylor ha già cantato durante il suo Eras Tour riaccendendo i riflettori sulla famigerata faida tra lei e Kim Kardashian. Sul fondoschiena della cantante appare il controverso titolo della sua canzone “thanK you aIMee” che appartiene al nuovo album “The Tortured Poets Department” uscito il 19 Aprile e in cui spiccano le lettere maiuscole K, I e M, che in successione compongono il nome KIM, un brano che stà facendo discutere molto gli Swifties di tutto il mondo. Nella sua nuova traccia la pop star ha dissato la Kardashian paragonandola a un bullo del liceo, Taylor Swift ama inserire messaggi nascosti nei titoli delle sue canzoni aveva dichiarato un pò di anni fà al comico e conduttore televisivo Jimmy Fallon. Il nuovo brano parla di comportamenti di prevaricazione e sopraffazione, nella canzone c’è un passaggio in cui Taylor dice “I don’t think yoùve changed much And so I changed your name, and any real defining clues And one day, your kid comes home singin’ A song that only us two is gonna know is about you, ‘cause”, per i fans un chiaro riferimento a North West e Kim Kardashian, il figlio della super influencer aveva postato un video su Tik Tok nel quale ballava un brano di Taylor Swift.(ITALPRESS).

Foto: Ufficio stampa Alezsandro Palombo

Leggi tutto
Advertisement


Agenzia Creativamente Itinerari News Pronto Meteo
Casa e consumi by Altroconsumo

Primo piano