Seguici sui social

Economia

Alluvione Marche, contributo economico straordinario dalla Fondazione Enasarco

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Enasarco, si legge in una nota, ha espresso all’unanimità “solidarietà e vicinanza alle vittime, agli agenti, ai consulenti finanziari ed alle aziende per la calamità che ha colpito le Marche. È stato assunto l’impegno di predisporre ogni atto utile per l’erogazione di un contributo economico straordinario ai soggetti colpiti dal tragico evento. Sarà cura della Fondazione comunicare aggiornamenti sulle fasi di sviluppo di tale strumento assistenziale straordinario”.
(ITALPRESS).
-foto vigili del fuoco –

Economia

Visco “Procedere su rientro del debito per preservare la crescita”

Pubblicato

-

“Il tentativo di annullarne completamente l’impatto” dello shock energetico “sui redditi da lavoro e da capitale sarebbe vano e finirebbe inevitabilmente per avere ripercussioni sull’inflazione. Per prevenire questo esito, la politica di bilancio può ridistribuire gli effetti dello shock tra consumatori, fattori produttivi, generazioni presenti e future, con interventi mirati e temporanei a sostegno delle famiglie e delle imprese più colpite. Non si possono infatti ignorare le conseguenze redistributive e allocative di quanto avviene sul fronte dell’energia”. Così il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, nel corso di un convegno a Firenze. “Se tuttavia si decidesse di far pesare la redistribuzione soprattutto sulle generazioni future essenzialmente con l’emissione di debito pubblico, si rischierebbe di caricare queste ultime di oneri ingiusti e di alimentare ulteriormente l’inflazione attuale e attesa. Per l’Italia, ciò comporterebbe anche il rischio di far deragliare il debito pubblico dal percorso di rientro, in rapporto al prodotto, iniziato lo scorso anno, un percorso necessario per preservare la possibilità di ritorno a una crescita economica forte e duratura”, ha aggiunto. Secondo Visco “l’elevata inflazione richiede il proseguimento della normalizzazione delle condizioni monetarie, ma con un ritmo e fino a un livello che dovranno essere determinati, riunione dopo riunione, sulla base dei nuovi dati e della revisione delle prospettive economiche. Desta preoccupazione, in particolare, il forte deterioramento delle previsioni di crescita, la cui causa ultima è costituita dallo shock energetico e dalle sue conseguenze sul potere d’acquisto dei redditi e sui profitti delle imprese”. Inoltre “l’aumento dell’inflazione è oggi accompagnato da un brusco deterioramento delle prospettive di crescita economica, che riflette la perdita di potere d’acquisto dei redditi. In questo contesto, rialzi dei tassi eccessivamente rapidi e pronunciati finirebbero per aumentare i rischi di una recessione”, ha concluso il governatore.
(ITALPRESS).
-foto agenziafotogramma.it-

Leggi tutto

Economia

Elettricità, rincaro del 59% nei prossimi tre mesi

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – Con un intervento straordinario, ritenuto necessario per le condizioni di eccezionale gravità della situazione, l’Arera limita l’aumento dei prezzi dell’energia elettrica per le famiglie ancora in tutela e, pur rimanendo su livelli molto alti, evita il raddoppio. L’Autorità, per limitare ulteriormente gli aumenti dei prezzi su famiglie e imprese, ha deciso di posticipare eccezionalmente il necessario recupero della differenza tra i prezzi preventivati per lo scorso trimestre e i costi reali che si sono verificati, anch’essi caratterizzati da aumenti straordinariamente elevati.
Nel terzo trimestre, in base ai dati di preconsuntivo, il prezzo unico nazionale dell’elettricità (PUN) è pressochè raddoppiato rispetto al secondo trimestre e quasi quadruplicato rispetto al livello medio del corrispondente trimestre del 2021.
L’intervento eccezionale dell’Autorità per il quarto trimestre del 2022, che si somma agli interventi del Governo, pur non essendo in grado di limitare gli aumenti, ha ridotto al +59% l’aumento del prezzo di riferimento dell’energia elettrica per la famiglia tipo in tutela. L’enorme crescita dei prezzi all’ingrosso e il loro mantenersi su livelli altissimi, si riflette sulla differenza di spesa rispetto all’anno precedente.
In termini di effetti finali, per la bolletta elettrica la spesa per la famiglia-tipo nel 2022 (1° gennaio 2022 – 31 dicembre 2022) sarà di circa 1.322 euro, rispetto ai 632 euro circa del 2021 (i 12 mesi equivalenti dell’anno precedente). In base al nuovo metodo di calcolo introdotto a luglio dall’Area il prezzo del gas per i clienti ancora in tutela verrà aggiornato alla fine di ogni mese e pubblicato nei primi giorni del mese successivo a quello di riferimento, in base alla media dei prezzi effettivi del mercato all’ingrosso italiano. Il valore del prezzo gas, che sarà pagato dai clienti per i consumi di ottobre, verrà quindi pubblicato sul sito dell’Autorità entro 2 giorni lavorativi dall’inizio di novembre.
(ITALPRESS).
-foto agenziafotogramma.it-

Leggi tutto

Economia

Furlan confermato segretario generale Uilca

Pubblicato

-

Il 7° congresso nazionale Uilca, riunito a Roma, ha riconfermato all’unanimità la fiducia a Fulvio Furlan eleggendolo segretario generale. L’appuntamento, tre giorni di intenso dibattito sui temi che caratterizzano la vita economica e sociale del Paese, ha visto il coinvolgimento di oltre 500 delegati provenienti da tutta Italia. Eletta la segreteria nazionale composta da Filippo Arena, Emanuele Bartolucci, Giuseppe Bilanzuoli, Giuseppe Del Vecchio, Luca Faietti, Massimiliano Pagani, Giovanna Ricci, Mariangela Verga e il tesoriere Biagio Volpe. “Siamo arrivati al congresso in un percorso di rinnovamento che si basa sui valori della Uil e della Uilca e di ciò che siamo diventati finora. La partecipazione registrata durante tutto il percorso congressuale e in queste giornate consolida la nostra determinazione a costruire la Uilca del futuro, impegnata insieme alla Confederazione a rendere il Paese più solidale, pluralista, inclusivo”, commenta Furlan. “Un Paese con meno diseguaglianze e più diritti, in cui al centro sono poste le persone, il lavoro e la giustizia sociale. Il congresso è stato un momento di slancio ulteriore per tutta l’organizzazione. Io, come segretario generale, mi metto al servizio della Uilca e al fianco di tutti i Quadri Sindacali per renderla sempre più autorevole, preparata, riconoscibile, coesa e sinergica nei confronti di tutti gli interlocutori”, conclude il leader della Uilca.
(ITALPRESS).
-foto ufficio stampa Uilca-

Leggi tutto
Advertisement


Agenzia Creativamente Itinerari News Pronto Meteo
Casa e consumi by Altroconsumo

Primo piano