Seguici sui social

Politica

Lollobrigida “Sul treno solo polemiche pretestuose, ho fatto mio dovere”

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – “Ho richiesto una fermata straordinaria per garantire la presenza dello Stato ad un evento importante come l’inaugurazione del Parco Cuore verde di Caivano”. Così il ministro dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, Francesco Lollobrigida, nel corso del question time svoltosi alla Camera dei deputati di Montecitorio. “Il caso Trenitalia? Devo ricostruire una vicenda rispetto a polemiche che giudico completamente pretestuose. Dal 7 ottobre i carabinieri hanno avviato le attività di ripristino per il Parco Cuore verde di Caivano. In questo senso è stata scelta la giornata nazionale degli alberi per inaugurare il parco alla mia presenza in quanto ministro pro tempore. L’inizio della cerimonia descritta era prevista per le ore 15 e prima di questa era stata organizzata una visita presso l’istituto Morano, oggi simbolo della repressione alla criminalità e uno dei simboli del mio ministero”.
“Preso il treno 9516 – ha proseguito il ministro Lollobrigida -, in ritardo di pochi minuti ma compatibili con gli impegni ai quali dovevo rendere, questo è stato deviato a prescindere dalla mia volontà sulla linea ferroviaria ordinaria, annunciando un ritardo che è andato progressivamente aumentando con numerose fermate impreviste. La percorrenza – prosegue – ha messo a rischio la mia presenza agli eventi ricordati, con gravi conseguenze ai danni del personale scolastico, di quello dei Carabinieri e dei tanti cittadini sostanti all’aperto in una giornata di allerta meteo per la Regione Campania. Per questo ho ritenuto di chiedere se fosse possibile una fermata straordinaria, senza sottintendere alcun trattamento di favore. In questo caso, come dichiarato dal responsabile di Ferrovie dello Stato, non vi è alcun disagio ulteriore per tutti i passeggeri, che hanno così avuto possibilità di scendere alla stazione di Ciampino. Sono certo – ha concluso – di aver fatto il mio dovere, garantendo la mia presenza a Caivano e la vicinanza allo Stato in un luogo calpestato spesso dalla Criminalità. Sono certo che se fossi rimasto comodamente sul treno, ci sarebbe sicuramente stato qualcuno che avrebbe trovato modo di accusarmi per la mia assenza a Caivano”.

– Foto: Angenzia Fotogramma –
(ITALPRESS).

Politica

Meloni “Terzo mandato non crea problemi, discusso in serenità”

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – “Il terzo mandato non era inserito nel nostro programma, non è una materia di iniziativa del governo ma di iniziativa parlamentare. Ci sono state visioni diverse tra i partiti della maggioranza ma in massima serenità, ne abbiamo ampiamente discusso e non è una materia che crea problemi al governo”. Così il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, a Cinque Minuti su Rai1. “Leggo delle ricostruzioni e mi ci scambio sms divertiti con quelli con i quali mi starei insultando, la speranza che la maggioranza crolli è una speranza dell’opposizione, legittima, ma come tutte le speranze della nostra opposizione faremo il nostro meglio per non realizzarla”, aggiunge. “L’Italia viene percepita come il governo più stabile in Europa perchè è il governo più stabile in Europa. C’è un metro facile per giudicare la compattezza di una maggioranza che è la velocità con la quale un governo riesce ad operare” conclude il premier.

– foto: Agenzia Fotogramma –
(ITALPRESS).

Leggi tutto

Politica

Terzo mandato, bocciata la proposta della Lega, maggioranza divisa

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – La Commissione Affari Costituzionali del Senato ha respinto l’emendamento della Lega al decreto Elezioni sul terzo mandato per i presidenti di Regione. Hanno votato contro 16 senatori (Fratelli d’Italia, Forza Italia, Pd, M5s e Avs). A sostegno in 4, Lega e Italia Viva. Azione non ha partecipato al voto.

– Foto: Agenzia Fotogramma –

(ITALPRESS).

Advertisement

Leggi tutto

Politica

Meloni “Faranno di tutto per fermare il premierato”

Pubblicato

-

CAGLIARI (ITALPRESS) – “Una riforma del genere è un problema serio per chi, senza voti, ha dato le carte in questi decenni. Faranno di tutto per fermarla, ma poi saranno gli italiani a decidere da chi farsi rappresentare”. Lo ha detto la premier Giorgia Meloni a proposito della riforma del premierato durante il suo intervento a Cagliari a sostegno di Paolo Truzzu alla presidenza della Regione Sardegna.
-foto Agenzia Fotogramma-
(ITALPRESS).

Leggi tutto
Advertisement


Agenzia Creativamente Itinerari News Pronto Meteo
Casa e consumi by Altroconsumo

Primo piano