Seguici sui social

Sport

Successo esterno di Milwaukee, Gallinari in campo nemmeno 5′

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – Successo esterno per Milwaukee nella notte italiana della regular-season dell’Nba. Di fronte agli oltre 18mila spettatore del Target Center di Minneapolis, i Bucks hanno sconfitto di misura i Minnesota Timberwolves per 112-107 con 33 punti del ‘solitò Antetokounmpo, a referto da top-scorer della serata; tra gli ospiti in campo anche l’ala grande azzurra Danilo Gallinari, che in cinque minuti scarsi di impiego ha raggranellato un solo rimbalzo. Affermazione casalinga dei Los Angeles Lakers, che si impongono per 123-118 sui San Antonio Spurs con 30 punti di James e 20 di Davis; fanno festa, ma lontano dal pubblico amico, anche i Clippers, che passano per 101-95 sul campo dei Memphis Grizzlies nonostante i 29 punti, tra i padroni di casa, messi a segno da Jackson (24 di Leonard tra i californiani). Oklahoma City Thunder a valanga sui Washington Wizards: all’ultimo suono della sirena lo score è di 147-106 con il tandem composto da Gilgeous-Alexander e Holmgren capace di contribuire alla causa con 55 punti complessivi. Affermazione interna dei Golden State Warriors, che nella serata dell’ufficialità del rinnovo contrattuale a cifre record di coach Steve Kerr (35 milioni di dollari sino al 2026), mettono al tappeto i Charlotte Hornets per 97-84 con 15 punti di Curry (ma il suo ‘dirimpettaiò Bridges ne firma 19). Vittoria in volata del Toronto Raptors, che nell’impianto di Atlanta Hawks la spunta per 123-121 con 24 puti di Quickley (stesso bottino per l’idolo di casa Murray). Successi esterni anche per Miami Heat e Denver Nuggets, che si aggiudicano le rispettive sfide con New Orleans Pelicans (106-95) e Portland Trail Blazers (127-112); fanno festa davanti al loro pubblico, infine, sia Philadelphia 76ers (104-97 sui Cleveland Cavaliers) che Houston Rockets (114-110 sui Phoenix Suns).
– Foto Image –
(ITALPRESS).

Sport

Il Bologna frena al Dall’Ara, 0-0 contro il Monza

Pubblicato

-

BOLOGNA (ITALPRESS) – Bologna-Monza si è trasformata presto in una sfida tra Orsolini e Di Gregorio. Alla fine l’ha spuntata il portiere brianzolo che, con l’aiuto di una difesa che ha barcollato un pò ma che tutto sommato ha retto, e di un pò di fortuna, ha chiuso la sua porta nei confronti dell’esterno offensivo rossoblù. Gli emiliani, così, si sono fermati nella rincorsa al terzo posto occupato da una Juventus che, in precedenza, aveva fatto 0-0 nel derby della Mole con il Torino. Al Bologna, contro il Monza, è mancata la sua caratteristica principale, cioè l’omogenità di squadra. Gli attacchi singoli ed estemporanei, infatti, sono stati controllati, spesso e volentieri, dall’attenta disposizione difensiva di Palladino che ha arretrato il baricentro per non concedere spazi ai rossoblù. Le due contendenti si studiano in avvio poi Skorupski ferma un colpo di testa di Pessina su cross di Colpani (17′). Tre minuti dopo Orsolini costringe Di Gregorio a sporcarsi i guanti per deviare in angolo la sua punizione. La sfida si ripete al 23′ con l’attaccante felsineo che si accentra e spara, Di il portiere mette in angolo. Lo spauracchio Zirkzee è sempre guardato a vista, Skorupski disinnesca il contropiede di Djuric. Preme il Bologna ma il Monza tiene bene il campo. Ferguson sfiora il palo (40′) poi il duplice fischio invita tutti a calmarsi negli spogliatoi. Nella ripresa Colpani non trova la porta (5′) quindi Orsolini vede il taglio di Ferguson e lo serve, Di Gregorio esce benissimo a chiudere lo specchio. Il portiere monzese mette i pugni su una punizione forte ma centrale di Orsolini (11′), il Bologna continua a premere con Posch che pesca in area Orsolini, Di Gregorio dice ancora no. Gli emiliani vanno in doppia cifra nella statistica degli angoli, continuano ad attaccare anche nei 5′ di recupero ma il risultato non si sblocca.
– Foto Image –
(ITALPRESS).

Leggi tutto

Sport

Derby della Mole senza gol, Toro-Juve finisce 0-0

Pubblicato

-

TORINO (ITALPRESS) – Si chiude senza nessun gol il derby della Mole, con uno 0-0 che non accontenta nè Torino nè Juventus in chiave classifica e potenziali obiettivi stagionali. Pari senza reti ma diverse le occasioni per entrambe le squadre, con un tempo per parte che fotografa perfettamente l’equilibrio della sfida dell’Olimpico Grande Torino. La prima clamorosa occasione della gara arriva dopo soli sette minuti e per la Juventus, con Chiesa che sgasa sulla destra e mette al centro per Vlahovic, che liberissimo da due passi centra però il palo graziando di fatto il Torino. Bianconeri aggressivi, vicini al gol nuovamente, al 13′, con Chiesa che serve in area Cambiaso, bravo a lavorare il pallone per la conclusione di Locatelli che termina però alta. La squadra di Allegri porta tanti uomini nell’area granata, così come accade al 31′, ancora con Vlahovic a concludere da posizione ravvicinata ma bloccato dal ginocchio di Milinkovic-Savic. Nel finale di tempo si fa vedere concretamente anche il Torino, con il cross dalla sinistra di Bellanova e il colpo di testa di Vlasic, non preciso e che finisce largo. In avvio di ripresa è ancora Torino, che dopo appena due minuti troverebbe il gol del vantaggio grazie alla girata vincente in area di Zapata, viziata tuttavia da un precedente fallo di Bellanova ai danni di Kostic che vanifica tutto. Granata più vivi nel secondo tempo e ancora pericolosi al minuto 60, con l’ennesimo cross di Bellanova e la testata di Sanabria sul quale è molto reattivo Szczesny nel respingere in tuffo. Si riporta in avanti la Juventus, con il neo entrato Yildiz che parte da sinistra, si accentra e calcia con il destro sul secondo palo dove è attento Milinkovic-Savic nella parata. Nel lungo recupero finale, dopo l’espulsione di Juric per proteste reiterate, c’è spazio per un’altra occasione granata, ancora su una palla aerea schiacciata di testa da Lazaro ma che non centra lo specchio della porta di Szczesny, con il risultato che non si sblocca e andrà poco dopo in archivio.
– Foto Image –
(ITALPRESS).

Leggi tutto

Sport

Sinner eliminato in semifinale da Tsitsipas a Montecarlo

Pubblicato

-

MONTECARLO (MONACO) (ITALPRESS) – Jannik Sinner si ferma in semifinale al “Rolex Monte-Carlo Masters”, terzo “1000” stagionale – il primo sulla terra battuta – dotato di un montepremi di 5.950.575 di euro, che si sta avviando alla conclusione sui campi del Country Club del Principato. Il tennista altoatesino, numero 2 del mondo e del tabellone, è stato battuto da Stefanos Tsitsipas, campione nel 2021 e nel 2022 e 12esima testa di serie, per 6-4 3-6 6-4. Il greco sfiderà domani uno fra Novak Djokovic e Casper Ruud; grandi rimpianti invece per Sinner che, avanti 4-2 nell’ultimo parziale, ha accusato un problema muscolare alla gamba destra che, nonostante l’intervento del fisioterapista, ha di fatto cambiato l’inerzia del match.
– foto Ipa Agency –
(ITALPRESS).

Leggi tutto
Advertisement


Agenzia Creativamente Itinerari News Pronto Meteo
Casa e consumi by Altroconsumo

Primo piano