Seguici sui social

Cronaca

Progetto “I giovani incontrano le istituzioni”, Zanetti testimonial

Pubblicato

-

MILANO (ITALPRESS) – E’ stata presentata al Belvedere di Palazzo Pirelli l’iniziativa “I giovani incontrano le istituzioni”, un viaggio itinerante promosso dal Consiglio regionale che dal mese di novembre interesserà tutti i capoluoghi lombardi, incentrato sui giovani e sugli studenti e sulle loro aspettative professionali e di vita.
“L’obiettivo -ha detto il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi- vuole essere quello di confrontarsi direttamente con gli studenti e sensibilizzarli sull’importanza di un loro contributo diretto e di un impegno partecipato alla vita sociale e civile delle rispettive comunità. Dobbiamo essere consapevoli che il Paese e la nostra Regione potranno ripartire nel migliore dei modi solo se i giovani sapranno assumersi le loro responsabilità fino in fondo e solo se lo sapranno fare con entusiasmo e passione, ma anche con sacrificio e dedizione”.
Il progetto si avvarrà della collaborazione dell’Ufficio Scolastico Regionale e di ANCI Lombardia.
Saranno organizzati incontri periodici che interesseranno i capoluoghi di provincia, con l’obiettivo di confrontarsi con una significativa rappresentanza di studenti delle classi delle scuole secondarie di secondo grado, che saranno selezionati con il supporto dell’Ufficio Scolastico Regionale. ANCI Lombardia coinvolgerà nel dibattito alcuni giovani amministratori di Comuni della provincia che porteranno la loro testimonianza e il loro contributo.
Sono previste anche modalità di interazione virtuale con i partecipanti in rete e sui social per ampliare il più possibile la platea dei partecipanti.
Testimonial d’eccezione dell’iniziativa è Javier Zanetti, storico capitano dell’Inter e oggi Vice Presidente della società nerazzurra, che racconterà l’esperienza della Fondazione Pupi: la Fondazione festeggia 20 anni di vita ed è stata creata per tutelare e promuovere i diritti dei bambini e degli adolescenti sostenendone la crescita attraverso lo studio e lo sport.
“I ragazzi e i giovani sono il nostro futuro -ha detto Javier Zanetti-: quanto più riusciranno a crescere con valori e principi sani e importanti, quanto più le nostre comunità saranno vive e virtuose. Ai giovani dico di porsi degli obiettivi, consapevoli che ogni traguardo è raggiungibile se perseguito con sacrificio e dedizione. E una volta raggiunto il proprio obiettivo, è fondamentale mettere a disposizione degli altri il proprio bagaglio di esperienze per aiutarli a coltivare a loro volta i propri sogni”. A corollario degli incontri verrà proposta nei Comuni e nelle scuole la mostra sui 50 anni di Regione Lombardia, nella sua versione itinerante.
E’ parallelamente previsto il lancio di un concorso scolastico riservato alle scuole secondarie di secondo grado per raccontare in video la Lombardia del futuro. Il calendario degli incontri prenderà il via venerdì 5 novembre a Bergamo; la seconda tappa è prevista per il 26 novembre a Lodi, per poi riprendere a gennaio e concludersi entro il mese di maggio 2022.
Alla presentazione sono intervenuti anche i Vice Presidenti del Consiglio regionale Francesca Brianza e Carlo Borghetti e i Consiglieri Segretari Giovanni Malanchini e Dario Violi: erano presenti la Vice Presidente di ANCI Lombardia Federica Bernardi e Moira Fié in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Regionale.
(ITALPRESS).

Cronaca

Ucraina, Michel “La sconfitta non è un’opzione, pieno sostegno”

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – “Credo sia estremamente importante, a due anni dall’inizio della guerra, ribadire il nostro pieno sostegno all’Ucraina”. Così, in un’intervista al Corriere della Sera, il presidente del Consiglio europeo Charles Michel.
“Esiste solo un piano A: il sostegno all’Ucraina. Il sostegno politico che significa allargamento. Ma anche coinvolgimento del Sud globale, spiegando che ciò che la Russia sta facendo è estremamente pericoloso per la stabilità del mondo”, spiega.
Poi aggiunge: “Finora abbiamo fatto tutto quello che potevamo, il massimo tenuto conto del progetto europeo: non siamo un governo, un Parlamento, un potere centralizzato ma 27 democrazie”.
Quindi “una sconfitta dell’Ucraina non può essere un’opzione, sappiamo tutti molto bene quali sarebbero le conseguenze ed è per questo che è fondamentale agire come stiamo facendo. Questa è una posizione chiara. E’ stato un pò impegnativo essere uniti per prendere decisioni all’unanimità, ma ce l’abbiamo fatta”. Michel lancia un appello ai Ventisette: “Vorrei invitare tutti a essere estremamente seri e attivi perchè l’Unione della difesa è necessaria e urgente: dobbiamo essere credibili, affidabili, agire per proteggere i nostri valori e i nostri interessi”. Inoltre “gli ultimi sviluppi sul terreno ci fanno capire che gli ucraini hanno bisogno di più munizioni, di più armi, di più supporto militare”, chiosa.
(ITALPRESS).
– Foto: Agenzia Fotogramma –

Leggi tutto

Cronaca

‘Ndrangheta, sgominata associazione armata a Catanzaro con 22 arresti

Pubblicato

-

CATANZARO (ITALPRESS) – I Carabinieri del Comando Provinciale di Catanzaro hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 22 indagati (19 in carcere e 3 ai domiciliari). Sono accusati di associazione di tipo mafioso armata, concorso esterno in associazione mafiosa, e altri gravi reati, anche aggravati dalle modalità e finalità mafiose, quali estorsione, reati in materia di armi, detenzione e traffico illecito di stupefacenti, nonchè di ricettazione, sequestro di persona, furto in abitazione e danneggiamento seguito da incendio. Il procedimento è attualmente nella fase delle indagini preliminari.

– Foto: uffico stampa Carabinieri –

(ITALPRESS).

Advertisement

Leggi tutto

Cronaca

‘Ndrangheta, operazione Gallicò a Reggio Calabria con 17 arresti

Pubblicato

-

REGGIO CALABRIA (ITALPRESS) – Polizia di Stato e Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria, a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria – Direzione Distrettuale Antimafia, hanno eseguito, nell’ambito dell’operazione denominata “Gallicò”, due ordinanze di applicazione di misure cautelari nei confronti di 18 persone (16 in carcere, 1 agli arresti domiciliari ed 1 obbligo di presentazione. Le accuse sono di associazione mafiosa, omicidio, estorsione, usura, detenzione illegale di armi, intestazione fittizia di beni ed altro. Oltre ai destinatari dei provvedimenti cautelari, nei due procedimenti penali risultano indagati complessivamente 40 persone.

– Foto: Carabinieri-Polizia

(ITALPRESS).

Advertisement

Leggi tutto
Advertisement


Agenzia Creativamente Itinerari News Pronto Meteo
Casa e consumi by Altroconsumo

Primo piano