Seguici sui social

Magazine

PAVIA UNO TV INFORMAZIONE – LA PANCHINA ROSSA DELLA CRI DI VOGHERA

Pubblicato

-

di Emanuele Bottiroli

Una panchina rossa, simbolo della lotta alla violenza sulle donne, è stata inaugurata questa mattina davanti alla sede della Croce Rossa Italiana di via Carlo Emanuele a Voghera: così il Comitato C.R.I. intende far aprire gli occhi sui sempre più numerosi episodi di violenza di cui sono pieni le cronache quotidiane anche a livello locale. Presenti al cerimonia di varo le autorità cittadine, a partire dal sindaco di Voghera, Paola Garlaschelli, insieme al mondo dell’associazionismo che si batte ogni giorno per tendere una mano a chi soffre, magari anche dentro le mura di casa.

Era lì presente dal 2019, davanti alla sede della Croce Rossa di Voghera. Con il passare del tempo, sottoposta alle intemperie, si era deteriorata, c’era bisogno di una bella operazione di restyling. Le Giovani della C.R.I. allora hanno pensato anche di dare un significato a quella panchina, ed abbraccia al meglio il messaggio di questa Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, che ricorre il 25 Novembre: “Insieme ce la possiamo fare”.

Un messaggio lanciato in occasione dell’inaugurazione della “Panchina Rossa” della C.R.I. dalla stessa Presidente del Comitato Chiara Fantin, dal Sindaco Paola Garlaschelli e dalle altre autorità vogheresi, oltre alle responsabili dell’associazione C.H.I.A.R.A., che si occupa proprio di donne maltrattate, con un Centro Antiviolenza che accoglie molte di loro.

Sulla panchina inaugurata è stata posta una frase di Frida Kahlo, pittrice messicana la cui vena artistica ha sposato diverse cause sociali: “Innamorati di te stessa, della vita e dopo di chi vuoi”.

Numeri alla mano, oggi c’è una recrudescenza di fenomeni legati soprattutto alla violenza domestica, da quando è iniziata la pandemia. “La panchina è un simbolo ma è anche un messaggio, un indicatore evidente – spiega Chiara Fantin -. E’ come dire: “Siamo qui, non giudichiamo, vogliamo ascoltare, possiamo aiutare”. L’anno scorso la nostra campagna del 25 Novembre diceva “Non sei sola”, noi ci siamo. Quest’anno vogliamo dire di più! Vi chiediamo di sedervi sulla panchina, scattare un selfie, diffondere la foto sui vostri social, stiamo chiedendo a voi di dire “non sei sola!”. Non è solo una foto, è una grande responsabilità da condividere. State dicendo “se hai bisogno vieni da me!”.

Per il sindaco Paola Garlaschelli “la violenza di genere è ancora un tema che ha tanto di sommerso: spesso è difficile per le donne trovare il coraggio di denunciare. Poco più del 30% arriva a denunciare gli episodi, è quindi proprio questo sommerso che si vuole intercettare e fare uscire. Non c’è solo una violenza fisica ma anche psicologica, bene questo messaggio che possa essere di aiuto a chi vive situazioni di disagio ma anche cambiare la cultura”.

Per Cristina Boffelli, Presidente di Associazione C.H.I.A.R.A., spiega che “i numeri aggiornati al Giugno 2021 ci danno una linea molto in verticale: molte più donne stanno arrivando al Centro Antiviolenza, ben 110, quasi tutte donne di Voghera e dell’Oltrepo Pavese, per la maggior parte donne italiane, sposate e con figli minori. E noi sappiamo fortemente che i figli sono il nostro futuro: aiutando queste donne oggi noi stiamo già lavorando per il loro futuro. Il nostro centro antiviolenza è aperto tutti i giorni con operatori qualificati. Se tutti insieme faremo rete aiuteremo più donne per costruire un futuro migliore”.

Aggiunge la vicepresidente Barbara Mingari: “Diamo anche un messaggio positivo a questa giornata: tante donne ce l’hanno fatta. Vi chiediamo di fare un selfie ma positivo. Uscire dalla violenza si può, con l’aiuto dei centri antiviolenza, delle autorità della Croce Rossa, di tutti: facciamo rete perché le donne possono farcela”.

Sempre la Croce Rossa di Voghera, in occasione della Giornata Internazionale Antiviolenza del 25 Novembre, alle ore 21 organizza una call che avrà come ospite Marina Carbone, editor e scrittrice: prendendo spunto proprio dagli scritti di Frida Kahlo coloro che interverranno potranno confrontarsi e offrire la propria riflessione sul tema. Alla call prenderanno parte anche gli alunni del corso di scrittura creativa della libreria Ubik di Voghera, tenuto dal Direttore del settimanale diocesano “Il Popolo” Matteo Colombo.

LE FOTO DELL’INAUGURAZIONE

L’articolo PAVIA UNO TV INFORMAZIONE – LA PANCHINA ROSSA DELLA CRI DI VOGHERA proviene da PAVIA UNO TV.

Cronaca

Al ”Teatro della Memoria” di Milano arriva ”Lo show dei tormentoni dell’estate”

Pubblicato

-

Weekend all’insegna della buona musica e della leggerezza a Milano presso il ”Teatro della Memoria” con un evento originale e allo stesso amarcord: ”Sei come un Juke Box – Lo show dei tormentoni estivi” è il titolo del format teatrale ideato e presentato da Dario Contri, appassionato della cultura pop musicale italiana dagli anni ’60 ad oggi.

Saranno proprio le canzoni cult del scorse estati a far da cornice a questo evento unico in cui anche il pubblico in sala avrà modo di poter interagire con i cantanti e i con il conduttore stesso, affiancato da Cinzia de Vecchi e Davide Toschi. <“Sei come un juke-box” è un viaggio attraverso le canzoni dell’estate dagli anni ’60 agli anni 80, tra Festivalbar,  Dischi per l’estate e tutte le manifestazioni musicali che costellavano la stagione con balli, giochi e quiz che coinvolgeranno il pubblico in sala.> ha riferito Dario Contri, che presenterà lo spettacolo in due date, Sabato 1 Ottobre alle 21.00 e Domenica 2 Ottobre alle 16.00. Ci saranno anche le icone della musica in carne ed ossa a raccontare i tormentoni, sabato sera racconterà le sue estati e canterà alcuni brani iconici Giovanna, Giovanna Nocetti, cantautrice e produttrice discografica in scena da 55 anni e protagonista di indimenticabili tormentoni come ”Il mio Ex”, ”Io volevo diventare ” e ”Sorge il sole”, mentre domenica pomeriggio l’ospite sarà Alessandra Ferrari.


Per prenotazioni: https://teatrodellamemoria.it/event/sei-come-un-juke-box/?id_spettacolo_radio=2#lista_spettacoli o al telefono 02.313663.

Alessandro Paola

Dario Contri con Giovanna, ospite d’onore della serata del 1 Ottobre.

Leggi tutto

Magazine

TG SCUOLA – 30 SETTEMBRE

Pubblicato

-

TG SCUOLA – E’ il Tg di Agenzia DIRE dedicato al mondo della scuola, dell’istruzione e della formazione, con particolare attenzione alle notizie di enti e istituzioni del settore, dedicando spazi alle iniziative e alle attività dei giovani e degli studenti oltre che dei professionisti educatori.

Leggi tutto

Cronaca

Inaugurata a Poggio Ferrato la Big Bench n.10 in Provincia di Pavia, ospite d’eccezione Chris Bangle, inventore della ”panchina gigante”

Pubblicato

-

Un pomeriggio di festa e grandi emozioni quello del 29 Settembre 2022, data non solo notissima universalmente per una canzone di Mogol e Battisti, ma da oggi anche una data storica per l’Oltrepò Pavese per più motivi.

Grazie all’associazione Amici di Poggio Ferrato difatti, presieduta da Paolo Casarini, è stato possibile terminare un progetto che già dall’anno più critico di tutti questi recenti (il 2020 ovviamente), l’associazione, assieme a soci e con il benestare del Comune e di molti sponsor, aveva ideato e progettato.

La realtà delle Big Bench, le cosiddette ”panchine giganti” è ormai diventata sempre più mondiale, ma gli addetti ai lavori sanno bene che poter organizzare ciò non è compito facile per svariate ragioni, in primis trovare una location adeguata, e successivamente per aver accesso ai fondi e i permessi necessari per poter avviare il tutto. Se già molti comuni dell’Oltrepò oramai hanno la loro panchina da tempo (Retorbido, Casteggio, Montalto Pavese etc.) sicuramente questa installazione è una delle più prestigiose e curiose perché si tratta della numero 10 in Oltrepò, la numero 259 mondiale e con una vista quasi a 360° sul territorio, non solo quindi verso un fronte paesaggistico.

Facile da raggiungere e con un percorso poco faticoso per i più pigri che vogliono raggiungere la meta con i mezzi, la panchina è stata inoltre battezzata non solo dalle istituzioni ma anche da un vero ospite d’eccezione, Chris Bangle, designer statunitense nonché papà della prima panchina gigante ”nata in realtà per gioco, per fare un regalo a mia moglie. Non avrei mai creduto che quest’idea potesse diventare un fenomeno simile” ha detto divertito alla presenza del Sindaco di Val Di Nizza Marco Campetti, dell’Ambassador Gianni Montanari e gli ideatori delle panchine territoriali presenti, con i quali inoltre è in progetto un evento prossimo proprio inerente le Big Bench.

Presenti alla cerimonia molti curiosi e abitanti della frazione di Val Di Nizza, nonché alcuni membri del Rotary Club Valle Staffora come Sandra Rossotti e Ondina Torti. Don Fabien inoltre, ha benedetto e inaugurato ufficialmente l’installazione successivamente battezzata per la prima seduta dai bambini presenti per voler di Paolo Casarini che ha non solo fortemente combattuto e voluto l’installazione ma che ha anche presentato l’evento a cui ha fatto seguito un rinfresco con tutti i presenti. ”Grazie, è l’unica parola che possiamo dire. Grazie ai nostri soci, in particolare Davide Castelli e Marco Quaglini, per l’impegno totale, ai proprietari del terreno Romana Draghi e Fabio Castelli su cui sorge la panchina 259, poiché hanno accettato di condividere con noi ed ogni futuro visitatore questa terrazza meravigliosa sul mondo e oggigiorno non tutti l’avrebbero fatto. Al sindaco Franco Campetti e all’amministrazione comunale tutta. Grazie anche a Don Fabien e a Chris Bangle per averci onorato questo pomeriggio della sua presenza informale e cortese. Grazie ai soci della Pro Loco di Val di Nizza e Montelio Vini con tutti i nostri sponsor: Panificio Alimentari Culacciati Paolo, Panificio Gattone, Nizza Imballaggi, Edil Castelli, Az. Agricola Corrada Gabriella, Az. Agricola Bardone Ugo, La valle della frutta, Antica Salumeria Fronti, Impresa Ceni, Riparazioni Fracchia Giovanni, Folcia Giuseppe & C. E grazie a tutti coloro che vorranno, con rispetto e curiosità venire a visitare la ormai vostra Big Bench #259!”

Le indicazioni per visionare la Big Bench di Poggio Ferrato sono le seguenti:

Big Bench n. 259 – Val di Nizza – Pavia – Lombardia

📌 42 esima Big Bench lombarda, decima in provincia di Pavia, nona nell’Oltrepò Pavese.

📌 La Big Bench si trova sulle colline di Val di Nizza, nella frazione di Poggio Ferrato, a breve distanza da quella di Godiasco – Salice Terme. Troverete la Big Bench, seguendo le indicazioni, con l’ultimo tratto, di alcune centinaia di metri da percorrere a piedi, in piano.

📌 ATTENZIONE! I navigatori vi indicheranno percorsi su strade sterrate, non percorribili. Seguite la segnaletica predisposta verso la Big Bench.

📌 La Big Bench si presenta di colore azzurro per quanto riguarda la struttura e bianco per quanto riguarda la seduta.

📌 Si accede alla Big Bench tramite tre ceppi di legno di diversa altezza.

📌 Ampio panorama a 360 gradi, con ampia visuale sulle colline circostanti.

📌 I timbri sono disponibili come segnalato dal sito ufficiale e dall’app Tabui.

Alessandro Paola

Leggi tutto
Advertisement


Agenzia Creativamente Itinerari News Pronto Meteo
Casa e consumi by Altroconsumo

Primo piano