Seguici sui social

Magazine

INCONTRI INFORMATIVI – 16 NOVEMBRE 2021 – PRESSING DELLE REGIONI SUL GOVERNO PER UNA STRETTA SUI NO VAX

Pubblicato

-

Il tema per il momento non è sul tavolo, precisa il governo. Ma dalle Regioni del nord che rischiano di passare in fascia gialla arriva forte un appello: nel caso di nuove restrizioni che paghino coloro che non si sono vaccinati, non tutti, esattamente sul modello austriaco. Le proposte delle Regioni  riguarderebbero una stretta sulle condizioni per ottenere il certificato verde e il settore dello svago che potrebbe essere riservato soltanto ai vaccinati. Il Green Pass verrebbe rilasciato, per cinema, teatri, stadi, bar e ristoranti, solo a chi abbia completato il ciclo vaccinale e ai guariti da non più di sei mesi, escludendo così il tampone, sia rapido che molecolare. “Abbiamo l’84% di cittadini vaccinati con due dosi, il governo monitora con grande attenzione l’andamento dei contagi, sollecita la terza dose, ha assunto decisioni sui mezzi di trasporto, per il momento ci fermiamo qui. Le scelte fatte consentono di guardare con discreta tranquillità, ma è evidente che siamo nei mesi più difficili. Valuteremo strada facendo se servirà cambiare l’assetto che ci siamo dati”. Così Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari Regionali.

L’articolo INCONTRI INFORMATIVI – 16 NOVEMBRE 2021 – PRESSING DELLE REGIONI SUL GOVERNO PER UNA STRETTA SUI NO VAX proviene da PAVIA UNO TV.

Altre notizie

10 MINUTI – POLITICA E CATTIVI MODELLI: QUANTO VALE IL BUON ESEMPIO?

Pubblicato

-

10 MINUTI – POLITICA E CATTIVI MODELLI: QUANTO VALE IL BUON ESEMPIO?
Il format di attualità condotto da Claudio Micalizio oggi racconta la storia di Luciano Fregonese, primo cittadino di Valdobbiadene, 47 anni, 130 chili dichiarati. Dopo essere stato dileggiato per il suo peso, fermo nell’idea di dimagrire, si è fatto accompagnare ogni giovedì sera da mezzo paese che corre al suo fianco per (provare a) buttar giù un po’ di peso. Impresa, confessa, che non gli è ancora riuscita. Da uno sfottò è rinato un forte senso di comunità. Dite anche voi la vostra commentando la diretta, commentando sui social o scrivendoci a info@paviaunotv.it o a info@lombardialive24.it. Potete anche scriverci alla linea Whatsapp: 389 2566296.

Leggi tutto

Altre notizie

ZONA LOMBARDIA – 16 LUGLIO 2024

Pubblicato

-

ZONA LOMBARDIA – 16 LUGLIO 2024
Il commento ai fatti del giorno in Lombardia: un focus quotidiano a cura di Emanuele Bottiroli, un esperimento multimediale allargato anche ai social, per essere sempre aggiornati su quanto avviene sul nostro territorio in tempo reale. Dal lunedì al venerdì alle 13 su Lombardia Live 24 e Pavia Uno TV.

Leggi tutto

Altre notizie

LA VOCE PAVESE – VOGHERA, EX SCALO FERROVIARIO: CHANCE PER IL TERRITORIO

Pubblicato

-

LA VOCE PAVESE – VOGHERA, EX SCALO FERROVIARIO: CHANCE PER IL TERRITORIO
La prospettiva al 2035 partendo dall’ex scalo ferroviario di Voghera: un valore aggiunto immobiliare di 150 milioni di euro, ai quali si aggiungono 95 milioni di ricadute indirette e altrettanti di indotto, per un totale di 340 milioni. Sono i numeri del report “Voghera, nuove opportunità per il territorio“, presentato ieri al Castello di San Gaudenzio di Cervesina nel roadshow organizzato da Fs Sistemi Urbani, società capofila del Polo Urbano del Gruppo Fs, in collaborazione con Scenari Immobiliari, per illustrare agli stakeholder e agli investitori interessati le potenzialità di rigenerazione dell’ex scalo ferroviario di Voghera. Sta infatti proseguendo la strada avviata nel marzo dello scorso anno con il Protocollo d’intesa tra Comune di Voghera e Fs Sistemi Urbani per la riqualificazione urbana e la valorizzazione delle aree dismesse dell’ex scalo ferroviario di Voghera.
Umberto Lebruto, amministratore delegato e direttore generale di FS Sistemi Urbani, ha mostrato la “vision“ elaborata dal team di progetto: quella che ora è un’area dismessa non solo potrà ospitare un nuovo polo logistico, ma anche un parco con servizi ai cittadini. Presenti gli assessori regionali Elena Lucchini e Claudia Terzi, insieme al sindaco di Voghera, Paola Garlaschelli, e il consigliere comunale Michele Calabrò, patron del progetto Voghera Business Hub finalizzato a portare nuove attività e investimenti a Voghera. Oggi la presa di posizione di Legambiente Voghera Oltrepò: "Il recupero di qualsiasi area dismessa in provincia di Pavia pare sia unicamente impostato sulla creazione di nuove logistiche. Nemmeno l’evidenza che dopo pochi anni queste logistiche vanno in crisi sembra sia un segnale degno di nota per gli amministratori. Il recupero dell’area RFI a Voghera va di nuovo in questa direzione. Occorre a nostro avviso invece un cambiamento di rotta. In provincia manca un Parco Scientifico Tecnologico, che faccia da incubatore per le startup e dia spazio a chi, in particolare nel settore delle biotecnologie e della trasformazione agroalimentare, sta facendo ricerca, non trovando né attenzione né spazi adeguati. Il modello potrebbe ricalcare i Parchi Scientifici Tecnologici del vicino Piemonte. Ribadiamo che occorre spezzare il pensiero unico della logistica come sola opzione e puntare a dare un reale supporto al territorio. Gli investimenti nel settore ricerca ed innovazione non mancano, se non li si prende in considerazione è per una scelta, che oseremo definire ideologica". A Pavia in realtà un polo tecnologico c’è e in Oltrepò c’è il Centro Riccagioia… ma la proposta di Legambiente potrebbe aprire un confronto: non lo si porti avanti tra le polemiche, però.

Leggi tutto
Advertisement


Agenzia Creativamente Itinerari News Pronto Meteo
Casa e consumi by Altroconsumo

Primo piano