Seguici sui social

Sport

Brekalo rovina la festa del Bentegodi, Verona-Torino 0-1

Pubblicato

-

VERONA (ITALPRESS) – Basta un gol di Brekalo al Torino per espugnare il ‘Bentegodì e superare il Verona per 1-0. Nell’ultima stagionale davanti al proprio pubblico, gli scaligeri si arrendono ai granata allenati dall’ex Juric e non agguantano la vittoria che sarebbe valso il record nell’era dei tre punti. Servono pochi minuti al match per regalare le prime emozioni. La prima palla gol arriva al 17′ con Lasagna, insignito prima del calcio d’inizio del Premio Begali come calciatore più corretto scelto dai tifosi, murato però da Berisha. Dall’altro lato, invece, Brekalo fa tutto alla perfezione: al 19’ riceve sulla sinistra, libera il destro e supera Montipò con un arcobaleno sul palo più lontano che bacia la traversa e si infila in rete. Il match si incattivisce nel finale di primo tempo, ma il Verona reagisce e prova a fare la partita, sfiorando l’1-1 con Lazovic: il capitano di giornata aggancia un pallone in area e scarica una potente conclusione che esalta il riflesso di Berisha. I contatti e i duelli dovuti al gioco speculare proposto da Tudor e Juric si moltiplicano nella ripresa, ne consegue una seconda frazione parecchio spezzettata dai fischi dell’arbitro Camplone. Il gran caldo di Verona (un cooling break per tempo concesso ai giocatori delle due squadre) non aiuta a far decollare i ritmi, Belotti non riesce a bagnare con un gol la presenza numero 250 in maglia granata e viene sostituito, sfinito, nell’ultimo quarto d’ora con Pellegri, subito nel vivo con un palo colpito con una bella conclusione da fuori. Ma la sostanza non cambia: il Toro vince, raggiunge quota 50 e resta in piena corsa per il decimo posto. Il Verona, invece, resta a 52 punti e chiuderà il proprio campionato con la trasferta all’Olimpico, contro la Lazio di Sarri.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

Sport

Mancini “Stage opportunità per vedere i giovani”

Pubblicato

-

FIRENZE (ITALPRESS) – “Ci fa piacere innanzitutto poter vedere
ragazzi che non abbiamo mai avuto la possibilità di vedere per
vari motivi. Mi sembra che sia una cosa buona che può venire utile per il futuro. Quello che cerchiamo sono giocatori, visto che comunque non ce ne sono tanti. Cercheremo di conoscerli un pò meglio”. Lo ha detto il ct della Nazionale Roberto Mancini a
margine della cerimonia della Hall of fame in merito allo stage
azzurro che inizierà domani con tanti giovani convocati a
Coverciano. “Italia-Argentina sarà sicuramente una partita
affascinante perchè si incontreranno i campioni del Sudamerica e
quelli d’Europa – ha aggiunto Mancini – Credo che sarà una bella
sfida, poi si giocherà a Wembley, credo che non ci sia uno stadio
migliore di quello per giocare una gara simile. Poi inizieremo la
Nations League. Chiellini? Non so cosa penserà per il futuro, mi
sembra che voglia giocare ancora un anno all’estero. Nei prossimi
giorni avrò il tempo per stare insieme e per parlarci” ha detto il ct che ha fatto “i complimenti al Milan perchè ha meritato di vincere il campionato, è stata una bella lotta con l’Inter. E’
stato un bel campionato su tutti i fronti, per lo scudetto, per la retrocessione, per la Champions League e l’Europa League – ha
aggiunto il mister azzurro – Il blasone del club conta. Il Milan è sempre il Milan, ha fatto la storia del calcio mondiale, quindi
c’è un pò di differenza con quello che vincemmo noi con la
Sampdoria. Il Milan poi ne ha vinti tanti”.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

Leggi tutto

Sport

Trevisan vola al secondo turno al Roland Garros

Pubblicato

-

PARIGI (FRANCIA) (ITALPRESS) – Continua il gran momento di Martina Trevisan, che supera il primo turno del Roland Garros femminile, secondo Slam del 2022 in corso sulla terra rossa parigina. La 28enne tennista fiorentina, n.59 Wta (“best ranking”), reduce dal primo titolo conquistato a Rabat, si è imposta all’esordio sulla britannica Harriet Dart, n.111 del ranking, con il punteggio di 6-0 6-2, maturato in un’ora e 26 minuti di gioco.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

Leggi tutto

Sport

Azzurri del tiro con l’arco ancora d’argento in Cdm

Pubblicato

-

ROMA (ITALPRESS) – L’Italia del tiro con l’arco torna a casa con un altro argento conquistato in Coppa del Mondo. La squadra maschile dell’arco olimpico, formata da Mauro Nespoli, David Pasqualucci e Alessandro Paoli, nella seconda tappa di Gwangju, perde solo in finale con i padroni di casa della Corea del Sud, che vincono 6-0 con i seguenti parziali: 59-53, 58-57, 57-52, confermandosi devastanti. E’ il secondo podio consecutivo in poco più di un mese per gli azzurri che anche all’esordio stagionale nella competizione, ad Antalya, in Turchia, sono saliti sul secondo gradino del podio arrendendosi solamente a Taipei. Per l’Italia maschile questo secondo argento vale altri punti utili per migliorare il ranking mondiale, anche in vista delle qualificazioni per Parigi 2024.
Gli azzurri non sono riusciti nell’impresa di vincere la sfida contro i maestri coreani, campioni olimpici e mondiali in carica, che questa volta hanno anche il vantaggio di tirare in casa.
Nella finalissima Kim Je Deok, Kim Woojin e Lee Woo Seok imprimono subito un ritmo forsennato alla gara piazzando un primo set da 59 punti su 60 a cui l’Italia risponde con un 53. Gli azzurri aumentano la media e si avvicinano alla quasi perfezione degli avversari, il secondo parziale è molto più equilibrato, ma si chiude a favore dei coreani 58-57. A questo punto, sotto 4-0, l’Italia avrebbe bisogno di vincere due volee di fila per rimanere nel match, impresa che si dimostra impossibile perchè le prestazioni dei coreani non lasciano spazio a un ritorno in gara degli azzurri: anche il terzo set va infatti ai padroni di casa (57-52). Finisce 6-0 e l’Italia ha poco da rimproverarsi, la Corea del Sud si dimostra ancora una volta la Nazionale più forte con diciotto frecce su diciotto nel “giallo” e ben undici “10”.
Al trio olimpico resta la grande soddisfazione di essersi confermato a livelli altissimi, arrivando per la seconda volta di fila in fondo alla competizione a squadre, un bel risultarto, importante in vista di Parigi 2024.
I criteri di qualificazione per le prossime Olimpiadi infatti includono anche la classifica mondiale a squadre: grazie ai due argenti tra Antalya e Gwangju l’Italia ha messo in cascina tanti punti utili per scalare posizioni.
Il viaggio della World Cup 2022 è arrivato al suo giro di boa. A giugno è in programma la terza tappa che si terrà a Parigi dal 20 al 26, mentre la quarta è in programma dal 18 al 24 luglio a Medellin. I risultati delle quattro fasi indicheranno i finalisti che si affronteranno a Tlaxcala, in Messico, tra il 15 e il 16 ottobre.
– foto World Archery –
(ITALPRESS).

Leggi tutto
Advertisement


Agenzia Creativamente Itinerari News Pronto Meteo
Casa e consumi by Altroconsumo

Primo piano